Quale cuscino è adatto per te?

cuscini_naturali 

Quante volte vi svegliate il mattino con un'inspiegabile mal di testa o mal di collo? Dormire bene e in modo sano non è così scontato. Per chi soffre di cervicali, per evitare irrigidimenti al collo e alle spalle, per non svegliarsi con brutte emicranie la scelta del cuscino è fondamentale e da non sottovalutare. Ma anche di cuscini naturali ne esistono diversi tipi e con diverse imbottiture e capire quello che fa al caso nostro può non essere proprio facile. Vi spieghiamo allora la differenza tra i vari tipi di cuscini guidandovi così alla scelta di quello più adatto alle vostre esigenze e necessità.

 

cuscini naturali in base all'imbottitura che hanno presentano diverse proprietà e caratteristiche da tenere in cosiderazione al momento della scelta, così come il modo in cui dormite e le vostre specifiche esigenze.

Vediamo allora quali sono e a chi sono adatti. Dividiamo le tipologie di cuscini in tre gruppi:

guanciali in pula hanno questa caratteristica imbottitura costituita dall'involucro che racchiude il chicco. Le tre imbottiture, pula di farro, di miglio e di grano saraceno, sono tutte molto traspiranti grazie alla cuscino_pula_grano_saracenoconformazione della pula, elasticheanallergiche e leggere. Nonostante la morbidezza però e grazie all'elasticità i cuscini non si deformano offrendo un ottimo sostegno e permettendo sempre alla pelle di respirare. La pula di farro e di miglio contiene un'alta presenza di silicio e questo apporta svariati benefici tra cui il rinvigorimento delle ossa e della cartilagine, la purificazione della pelle, il miglioramento della salute dei vasi sanguigni e dei polmoni, la lubrificazione delle mucose e la regolazione degli ormoni e del metabolismo. Sembra inoltre avere anche effetti benefici sul sistema immunitario. Essendo inoltre un naturale antinfiammatorio e antidolorifico è ideale per i neonati per combattere le piccole coliche. La pula di miglio, rispetto a quella di farro, è leggermente più fine e risulta più morbida (ma comunque elastica) e quindi particolarmente indicata per chi deve stare molto a letto (bambini e anziani). La pula di grano saraceno invece è perfetta per chi soffre di emicranie e di cervicali notturne perché, grazie alla conformazione dei gusci del grano saraceno, i cuscini prendono la forma e la fisionomia della persona donando comfort esostegno al collo. Inoltre, non rimanendo mai pressati e schiacciati e permettendo quindi una perfetta areazione della pelle, i cuscini in pula di grano saraceno sono adatti anche a chi soffre di eccessiva sudorazione notturna. I cuscini in pula con il tempo subiscono un naturale abbassamento per cui sono consigliati per chi ama i cuscini bassi e abbastanza rigidi, o meglio, con un buon sostegno e per chi dorme a pancia in sotto in posizione prona. Se si dorme in questo modo infatti si devono usare cuscini molto bassi per evitare brutte tensioni o posizioni dannose alla colonna vertebrale. A supporto può essere usato un cuscino sotto al pancia.

 

guanciali con imbottiture naturali come cotonebambookapoklana e mais sono anch'essi naturalmente traspiranti. Le imbottiture in cotone e bamboo, mais e kapok offrono anche delle ottime capacità di termoregolazione, ovvero permettono al corpo e alla pelle di mantenere la giusta e naturale temperatura guanciale_cotoneoffrendo freschezza in estate e calore in inverno. Inoltre facilitano una veloce e rapida eliminazione del sudore in quanto sono fibre che assorbono molto i liquidi e che lasciano poi evaporare all'esterno. Infine sono perfetti per chi soffre di allergie perché il bamboo è un antibatterico naturale mentre il kapok e il mais tengono lontani gli acari e sonoipoallergenici. In generale in tutte le imbottiture in fibre vegetali c'è minore probabilità di formazioni di acari rispetto invece a imbottiture di origine animale.

I guanciali con imbottiture naturali sono molto soffici emorbidi e sono quindi adatti a chi ama questo tipo di sensazione ma sono anche medio-altie quindi indicati per chi dorme su un fianco o pancia in alto. Per chi dorme su un fianco l'indicazione che deve seguire è quella di colmare, con il cuscino, il dislivello che c'è tra l'altezza del collo e quella della spalla in modo tale da avere testa e spalla allineate. Anche nelle altre posizioni si dovrebbe tenere in mente sempre questa regola, ma la posizione sul fianco è quella in cui si crea più disallineamento. Chi dorme invece in posizione supinadovrà fare attenzione a che il cuscino non sia troppo alto (ma neanche troppo basso) e che sia morbido per evitare che il collo sia troppo piegato in avanti. Per questo anche se i cuscini naturali sono leggermente più alti di quelli in pula sono più indicati perché maggiormente morbidi.

 

cuscini in lattice si contraddistinguono per la loro rigidità e portanza. Sono generalmente abbastanza altiguanciale_lattice per cui possono andare bene per chi dorme su di un fianco o a pancia in alto. Sono igienici ma sono sconsigliati per chi ha una sudorazione notturna eccessiva in quanto ha minori capacità di traspirazione e areazione. Vista inoltre la loro rigidità i cuscini in lattice sonosconsigliati anche per chi soffre di cervicale ai quali invece consigliamo, come già detto, un buon cuscino in pula di grano saraceno.

 

Non ci sono regole generali e rigide per scegliere il proprio cuscino ma in base a queste indicazioni che vi abbiamo dato potete capire quello che fa più al caso vostro tenendo in considerazione la posizione in cui dormite, la rigidità e morbidezza che preferite, l'altezza di cui avete bisogno e disturbi specifici di cui soffrite come eccessiva sudorazione, cervicale ecc.